ARTICOLI SETTORE GIOVANILE

ARTICOLI SETTORE GIOVANILE


TUTTI GLI ARTICOLI PER LA PALLVOLO NEL SETTORE GIOVANILE

TUTTI GLI ARTICOLI PER LA PALLVOLO NEL SETTORE GIOVANILE




LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI I MANUALI DEL SETTORE GIOVANILE
News

Latest Blog Posts


We are so excited and proud of our theme. It is really easy to create a landing page for your awesome product.

Scheda Febbraio – 
3 Mini circuiti in una sola scheda pesi

 

SCHEDA ALLENAMENTO

SCHEDA ALLENAMENTO 3 MINI CIRCUITI IN UNA SCHEDA DI SALA PESI


PREP. FISICO ALESSANDRO CONTADIN
L’allenamento a circuiti senza dubbio rende meno monotono e noioso anche i più duri degli allenamenti. Proprio per questo lo staff di preparazione fisica pallavolo vi propone una scheda di allenamento basato sui 3 grandi distretti muscolari: – Arti inferiori – Zona Core – Arti Superiori Il circuito per la zona core è proposto per 3 giri con una durata di 30 secondi per ogni singolo esercizio, mentre arti inferiori e superiori è proposto per 5 giri con un numero di ripetizioni pari a 12 … nel caso che sia mono arto , 12 per arto destro e 12 per arto sinistro. Dopo ogni giro , a seconda del vostro stato di forma è utile effettuare una pausa che può variare dai 30 sec. ( se sei molto allenato) ai 4 minuti se il tuo livello di allenamento non è dei migliori.

SCARICA LA SCHEDA

007-SCHEDA-PREPARAZIONE FISICA PALLAVOLO mobilità e prevenzione
News

ULTIMI ARTICOLI TARGATI PFP


QUESTO MESE IL TITOLO LO SCEGLIETE VOI!
Corsi di Formazione ESERCIZI A PUNTEGGIO PER I VARI LIVELLO DI GIOCO per il beach volley
ESERCIZI A PUNTEGGIO PER I VARI LIVELLO DI GIOCO per il beach volley
Beach Volley Analisi del sistema MURO/DIFESA nella pallavolo part.2
Video Tecnico – Analisi del sistema Muro/Difesa parte 2
Materiale Didattico  
Read more
QUESTO MESE IL TITOLO LO SCEGLIETE VOI!

WEBINAR ONLINE

QUESTO MESE IL TITOLO LO SCEGLIETE VOI!


Scopri tutti i titoli disponibili sul sito di Preparazione Fisica Pallavolo

QUESTO MESE VOGLIAMO DARVI LA POSSIBILITA’ DI SCEGLIERE IL WEBINAR CHE PREFERITE TRA TUTTI I ITITOLI DISPONIBILI QUI:

Per vedere tutte le lezioni disponibili online –> (CLICCA QUI)

 

SCRIVICI SU WHATSAPP AL 3248687153 IL TITOLO SCELTO – L’EMAIL DOVE VUOI RICEVERLO

E lo riceverete al più presto all’indirizzo indicato!

HAI GIA’ VISTO TUTTE LE LEZIONI? Non ti preoccupare, comunicacelo allo stesso numero e troveremo la soluzione per te.

  1.  

 

ABBONAMENTO

CONTENUTI EXTRA


PER TUTTI I COACH CHE OGNI MESE VOGLIONO RICEVERE INDICAZIONI DIRETTE DA PORTARE IN PALESTRA
AL COSTO DI 6 EURO
POTRETE AVERE ACCESSO ILLIMITATO A TUTTI I CONTENUTI CHE SI AGGIORNANO MENSILMENTE

1 WEBINAR DAL VALORE DI 20€
1 VIDEO CON ANALISI TECNICA
1 ARTICOLO INEDITO SULLA PREPARAZIONE FISICA
1 ARTICOLO ESERCIZIO PER IL BEACH VOLLEY
1 SCHEDA PESI SPECIFICA SU UN SINGOLO ARGOMENTO
10% DI SCONTO SU TUTTO IL MATERIALE PFP

ISCRIVITI ADESSO
SE NON VORRAI PROSEGUIRE NEI MESI SUCCESSIVI POTRAI DISDIRE SENZA COSTI AGGIUNTIVI

CANALE VIDEO YOUTUBE


Lo staff PFP è al lavoro per la costruzione di uno spazio video dedicato all’interno del sito. Per il momento potrai trovare tutti i video sul nostro canale YouTube.


FREE – ISCRIVITI ADESSO CANALE VIDEO YOUTUBE
News

ULTIMI ARTICOLI PER IL BEACH VOLLEY


ESERCIZI A PUNTEGGIO PER I VARI LIVELLO DI GIOCO per il beach volley

ESERCIZI A PUNTEGGIO PER I VARI LIVELLO DI GIOCO per il beach volley

Beach Volley

DALL’ALLENAMENTO AL SINGOLO ESERCIZIO nel beach volley

DALL’ALLENAMENTO AL SINGOLO ESERCIZIO nel beach volley

Beach Volley

La programmazione tecnica per una scuola di beach volley

Beach Volley

Dopo ogni punto riparti al massimo 
Allenamento aerobico per il beach volley

Dopo ogni punto riparti al massimo (lavoro aerobico)

Beach Volley

Le articolazioni maggiormente sollecitate nel beach volley

Le articolazioni maggiormente sollecitate nel beach volley

Beach Volley

La programmazione tecnica per una scuola di beach volley

Beach Volley

Come allenare la compressione in difesa e il primo passo d’uscita dalla posizione.

Come allenare la compressione in difesa e il primo passo d’uscita dalla posizione.

Beach Volley

Allenati con un circuito a corpo libero per il Beach volley

Beach Volley

Il riscaldamento specifico prima di ogni allenamento per il beach volley

Il riscaldamento specifico prima di ogni allenamento per il beach volley

Beach Volley

Dopo ogni punto riparti al massimo 
Allenamento aerobico per il beach volley

Dopo ogni punto riparti al massimo (lavoro aerobico)

Beach Volley

Come allenare la compressione in difesa e il primo passo d’uscita dalla posizione.

Come allenare la compressione in difesa e il primo passo d’uscita dalla posizione.

Beach Volley

Allenati con un circuito a corpo libero per il Beach volley

Beach Volley

La sabbiaticità, un aspetto fondamentale e come poterla allenare

La sabbiaticità, un aspetto fondamentale e come poterla allenare

Beach Volley

Il riscaldamento specifico prima di ogni allenamento per il beach volley

Il riscaldamento specifico prima di ogni allenamento per il beach volley

Beach Volley

La sabbiaticità, un aspetto fondamentale e come poterla allenare

La sabbiaticità, un aspetto fondamentale e come poterla allenare

Beach Volley

giocatore FIVB

Intervista con noi un giocatore FIVB Julio Cesar Do Nascimento

Beach Volley

Cambi di direzione vs cambi di velocità nel Beach Volley

Cambi di direzione vs cambi di velocità nel Beach Volley

Beach Volley

Intervista con noi una giocatrice AVP: Andrea Nucete - Elliott

Intervista con noi una giocatrice AVP: Andrea Nucete – Elliott

Beach Volley

Come preparare e gestire una stagione agonistica nel beach volley senza essere professionisti

Come preparare e gestire una stagione agonistica nel beach volley senza essere professionisti

Beach Volley

Vuoi scoprire come difendo i campioni del world tour?

Vuoi scoprire come difendono i campioni del beachvolley world tour?

Beach Volley

Lezione online: Allenare un gruppo dispari nel Beach Volley

Lezione online: Allenare un gruppo dispari nel Beach Volley

Beach Volley

_Preparazione-Fisica-Pallavolo_La preparazione fisica nel beach volley - Parte 2

Lezione online: La preparazione fisica nel Beach Volley Parte 2

Beach Volley

Lezione online: La preparazione fisica nel Beach Volley Parte 1

Lezione online: La preparazione fisica nel Beach Volley Parte 1

Beach Volley

Allenamento per la preparazione fisica per il Beach Volley di alto livello

Allenamento per la preparazione fisica per il Beach Volley di alto livello

Beach Volley

allenamento per il beach volley

Scarica la scheda di allenamento per il Beach Volley pre torneo

Beach Volley

Allenati con il Circuit Training su sabbia per il Beach Volley – Alta intensità

Beach Volley

Dopo la stagione di pallavolo indoor allenati 
sulla sabbia , ecco i benefici del Beach Volley

Dopo la stagione di pallavolo indoor allenati sulla sabbia , ecco i benefici del Beach Volley

Beach Volley

Routine di Riscaldamento per il Beach Volley

Beach Volley

Beach Volley – Squat Double con LoopBand

Abbonamento Archivio



VAI ALLA PAGINA DEL BEACH VOLLEY

Read more
ESERCIZI A PUNTEGGIO PER I VARI LIVELLO DI GIOCO per il beach volley

 

beach volley

ESERCIZI A PUNTEGGIO PER I VARI LIVELLO DI GIOCO per il beach volley


CONTADIN ALESSANDRO Beach Volley Training – Torino
L’allenamento a qualsiasi livello è solito terminare con in fase gioco che ha lo scopo di “mettere in pratica” , o meglio cercare di trasferire sul campo durante una fase a punteggio il focus che durante l’intero allenamento è stato accentuato da parte del coach. Ancora una volta risulta fondamentale che anche questa ultima parte sia correlata all’intero programma giornaliero, questo perché seppur possa sembrare la cosa più semplice fare una fase gioco è opportuno che per ogni livello la fase a punteggio sia costruita su misura e che abbia lo scopo (come il resto dell’allenamento) di migliorare il livello di gioco. In questa fase finale dell’appuntamento giornaliero sarà possibile trovarsi davanti a due tipi di reazione ben distinte da parte dei nostri corsisti: una estremamente agonistica, che quasi perde la lucidità e l’attenzione del gesto tecnico o della fase di azione esaminata pur di vincere il punto o il “gioco” finale, mentre la seconda quasi di completa apatia rispetto all’agonismo e quindi che interpreta la fase gioco parte allenante e quindi con una bassa attenzione al concetto di vincere o perdere ma finalizzato al mettere sul campo quanto spiegato dal coach. Entrambe possono essere ritenute corrette, ma il coach deve saper individuare all’interno del gruppo le due differenti reazioni e cercare di far capire che entrambe i punti di vista (se troppo estreme) possono non essere così corrette per un miglioramento globale del gioco del beach volley. Un pensiero troppo agonista rischierebbe di cancellare, o quasi, le nozioni date dal coach limitandone così il sapere a livello teorico che però non sarà mai trasferito durante il gioco, limitandone così il suo sviluppo. All’opposto un comportamento da “esteta del beach volley” cioè ligio ad effettuare alla perfezione ogni singolo movimento rischierebbe di sviluppare in modo primordiale il pensiero del gioco bene ma perdo. Proprio per aiutare entrambe i corsisti con le differenti reazioni sarà opportuno costruire e pensare una fase gioco dettagliata. Ogni livello di gioco necessita di una fase a punteggio diversa a seconda delle capacità tecniche degli atleti. È facile intuire che più è alto il livello di gioco maggiori possono essere le richieste da parte del coach, esempio sequenze di più palloni, punteggi speciali (che esaminiamo nei capitoli seguenti) o obbiettivi sul campo ad alta precisione. Cerchiamo di definire nel dettaglio quelle che possono essere considerate le varie formule di punteggio e lo scopo per cui possono essere proposte. Per prima cosa non importa quanti siano i corsisti o con quale rotazione siano organizzati i cambi, in questo capitolo cercheremo di sviluppare solo le differenti tipologie di punteggio. Ma prima di arrivare agli esempi definiamo le caratteristiche delle fasi globali a punteggio:
  • Riscontrabili
  • Raggiungibili
  • Stabile nel tempo
Riscontrabile: L’esercizio deve prevedere un punteggio facile in modo che tutti i componenti del l’allenamento possono essere a conoscenza della situazione a livello di punti. Le classiche espressioni : “quanto siamo?”, “conta te i punti !” sono il campanello d’allarme per definire il punteggio una fonte di disturbo rispetto al gioco sul campo. Raggiungibile: Come tutti gli obiettivi il punteggio deve essere raggiungibile, per creare il giusto presupposto, anche mentale, per poter far dire ai giocatori: “possiamo farcela!”. Se fin da subito il punteggio risulta irraggiungibile, o con richieste tecniche impensabili per il livello tecnico del corso, si rischia fin da subito di non risultare allenante per gran parte della squadra. Stabile nel tempo: È opportuno scegliere di allenare con una tipologia di punteggio che per un paio di lezioni possa rimanere invariato o quantomeno equiparabile in modo da risultare un vero e proprio termometro nel tempo, definendone così un miglioramento del gioco settimana per settimana. Vediamo alcuni esempi: Punteggio standard Il punteggio standard prevede la partenza dallo 0 a 0 per arrivare ai 21, nessuna differenza rispetto ad un match classico. Questa formula è usata raramente durante una fase finale dell’allenamento, spesso troppo lunga o quasi “banale” per essere considerata allenante, viene percepita dal corsista come “gioco libero”. Punteggio progressivo da inizio set. Partenza da 0 a 0 verranno giocati mini-set che possono prevedere l’arrivo al punteggio ai 7 o 14 punti per il team vincente. Utili per lo sviluppo di una fase gioco breve, ma intensa, con richieste tecniche specifiche che possono essere utili per mantenere il livello di attenzione alto fin dai primi scambi. Per le coppie con difficoltà ad entrare da subito in partita, e quindi subire imparziale iniziale di 3 o 4 punti, potrebbero essere utili per sviluppare strategie tattiche per effettuare il prima possibile il cambio palla necessario per sbloccare il risultato negativo. Punteggio progressivo a fine set Con lo stesso principio dell’esempio precedente sarà possibile utilizzare un punteggio progressivo partendo da punteggio verso la fine set. Dal 16 al 20. Al contrario di prima questa tipologia di punteggio potrebbe essere utile per sottolineare l’importanza delle scelte tattiche durante la fase finale del set che per troppo team rimane quasi un tabù per tutta la stagione. Nei tre esempi qui sopra è consigliabile svolgere una normale fase gioco comprensivo di cambio palla e fase break come prevede il normale gioco del beach volley. Oltre a questi punteggi che definiamo progressivi andiamo ad esaminare alcuni punteggi che invece danno maggior importanza all’aspetto positivo o negativo. Punteggio a premio positivo (+1) Definiamo questa tipologia di punteggio tutte le volte che il giocatore durante una fase di gioco globale guidata esegue correttamente un gesto tecnico. Facciamo alcuni esempi. Se nell’allenamento sviluppato per il gruppo base il focus era messo sulla ricezione davanti a se, durante la fase gioco guidata il coach premierà con un punto in più il team se la ricezione rispetterà le caratteristiche richieste dal coach durante gli esercizi tecnici, a prescindere da come terminerà il punto giocato. Esempio pratico se il giocatore A riceve # (buona ricezione) avrà già conquistato un punto che nel caso si andrà a sommare al punto della vita attribuito alla vittoria dello scambio. Altro esempio per un gruppo intermedio. Se il focus dell’allenamento è stata difesa e contrattacco. Se la coppia in fase break su prima palla esegue la difesa e fa punto in contrattacco gli verrà attribuito 1 + 1 (2 punti) uno per per aver svolto correttamente l’esercizio dal punto di vista tecnico tattico e l’altro per essersi attribuita la vittoria dello scambio. Per facilitare la comprensione dell’esercizio ed evitare di comprarsi l’abaco per segnare il punteggio è consigliabile non mettere troppe varianti sull’attribuzione del punto aggiuntivo. Molto simile all’esempio precedente ma diametralmente opposto è l’assegnazione di un punteggio negativo. Punteggio a svantaggio dell’errore (-1) Come è facile intuire verrà attribuito un punteggio negativo di meno un punto nel caso che la coppia non rispetti le richieste tecniche o tatto del coach. Mantenendo sempre gli esempi fatti precedentemente nel caso che il corsista base non riesca ad effettuare la ricezione davanti a se, il team perderà un punto. O nel caso del gruppo intermedio nel caso che i giocatori non riescono nemmeno a effettuare la difesa verrà tolto loro un punto. Senza dubbio questa tipologia di punteggio mette l’accento su uno dei problemi del gioco del Beach volley: l’errore. “Punendo” l’errore con un -1 l’atleta dovrebbe aumentare l’attenzione riguardo questo aspetto è le sue conseguenze in partita. Queste prime cinque tipologie di punteggio, possiamo dire di aver pronte le fasi finali dell’allenamento per i gruppi base e principiante del primo quadrimestre. Le proposte successive senza dubbio possono essere utili per giocatori di livello intermedio e avanzato, in quanto richiedono due o più palloni giocati in serie per aggiudicarsi un punto. Punteggio a Lavaggio (doppio pallone) Questa tipologia di punteggio prevede che il team allenato effettui una sequenza di due palloni per potersi aggiudicare un punto, dove il secondo punto verrà giocato solo ed esclusivamente dopo la vittoria del primo scambio. Esempio pratico: Esercizio di Cambio palla + Free Ball per gruppo intermedio. La coppia dovrà aggiudicarsi il punto partendo dalla fase di ricezione e attacco, e solo nel caso della vittoria del primo punto, avrà diritto alla seconda palla (free ball) per aggiudicarsi il punto. Nel caso di perdita del secondo punto si determinerà una situazione di “lavaggio” cioè verrà tolto anche il primo punto riportando la coppia a 0. Questa tipologia di punteggio ha lo scopo di mantenere sotto pressione una singola coppia dell’allenamento, che a sua volta avrà l’obiettivo di mantenere alta l’attenzione per aggiudicarsi il doppio punteggio. Esercizio facile dal punto di vista del conteggio, ma che al suo interno nasconde qualche insidia nello sviluppo del gioco per gruppo di livello base e principiante. È scontato che il coach può scegliere quale fase del gioco deve mettere il focus e quindi organizzare di conseguenza la free ball con quella coppia. Sequenza di 3 palloni (2 per  fare punto) La sequenza di tre palloni è utili per esercizi ad altissima intensità con gruppi di massimo 6 atleti di livello intermedio  perché è facilmente intuibile che se durante i tre scambi quattro giocatori sono impegnati, altri due sono fuori dal campo ad aspettare il loro turno. Questa tipologia di esercizi con gruppi troppi numerosi rischia di lasciare fuori dal campo per troppo tempo molti giocatori. Sarà quindi opportuno utilizzarlo quando il livello dei giocatori lo permette o meglio sappiamo che la loro fase di attacco è di altissima efficacia, dando così l’opportunità a tutti i partecipanti all’allenamento di entrare in campo con regolarità. Tutte queste tipologie di fase gioco finale possono avere un focus specifico che però non deve essere fuori rotta rispetto tutto il tema dell’allenamento. Come già detto precedentemente la fase finale ha la necessità di essere correlata al tema dell’allenamento, dando così la possibilità ai vostri giocatori di esprimersi al meglio durante un momento di gioco guidato.
Read more


All articles

RIMANI AGGIORNATO


OGNI SETTIMANA VIDEO, WEBINAR, SCHEDE DI ALLENAMENTO DIRETTAMENTE SULLA TUA CASELLA DI POSTA