Migliorare il controllo del corpo durante la fase di volo nel muro del volley diventa fondamentale per moltissimi motivi, uno di questi è ridurre la possibilità d’infortunio. Scopriamo insieme il perché.

  • Migliora l’efficienza del gesto tecnico
  • Migliora la possibilità di una ripartenza immediata nel prosieguo dell’azione
  • Riduce la possibilità di infortunio nella fase di ricaduta

Da cosa viene generata la posizione in volo?

  • Posizione del corpo durante la fase di stacco da terra
  • Ricerca del pallone con la vista (movimento della testa)
  • Ricerca della palla con gli arti superiori

Durante la fase di volo l’atleta non è “ancorato” da nessuna parte (non è a contatto con il pavimento) quindi la posizione del corpo è la risultante di tutti i movimenti fatti per raggiungere  la palla con gli arti superiori.

Consolidate le motivazioni per cui il muro nel volley sia così difficile da allenare (sopratutto per il ruolo del centrale), l’allenatore ha la possibilità di utilizzare diverse tecniche di allenamento per migliorare la percezione del corpo durante la fase di volo.

Migliorare la percezione del corpo durante la fase di muro non solo migliorerà l’efficienza del gesto tecnico (meno mani fuori) ma sopratutto ridurrà il rischio d’infortunio nella fase di ricaduta.

Vediamo insieme 3 tipologie di esercizi che possono essere proposti durante un allenamento tecnico.

QUESTO E MOLTO ALTRO…
NEL PROSSIMO WEBINAR CON ALESSANDRO BELTRAMI.

VUOI PARTECIPARE AL
WEBINAR CON UN COACH DI SERIE A
SUL MURO E DIFESA?

Le tre tipologie di lavoro utili per migliorare la percezione del corpo dei vostri atleti durante le fase di volo si possono riassumere in:

  • Esercizi con Disturbo (durante la fase di volo)
  • Esercizi con piccoli sovraccarichi (palla medica)
  • Esercizi ad alta differenziazione (un solo arto)

Analizziamo le singole tipologie di esercitazioni proposte.

ESERCIZI CON “DISTRUBO”
Durante l’esercizio il tecnico (o chi cura l’aspetto fisico del giocatore) agisce per destabilizzare la posizione del corpo durante la fase di volo.

muro nel volleyL’atleta avrà quindi il compito di aumentare il controllo del corpo, cercando di mantenere la posizione tecnica degli arti superiori. E’ consigliabile utilizzare un elastico che possa essere posizionato nella zona core dell’atleta senza creare “fastidio” nei movimenti durante la fase di stacco e di ricaduta a terra. 

E’ opportuno che la forza esercitata del tecnico sia correlata alle capacità fisiche e tecniche del giocatore. Proprio per questo è preferibile far eseguire questo tipo di allenamento ad un tecnico e non ad un “compagno/a” di squadra.

ESERCIZI CON PICCOLI SOVRACCARICHI
L’utilizzo di piccoli sovraccarichi (palle mediche da 1kg – 2kg o al massimo 3kg) hanno lo scopo di aumentare il controllo degli arti superiori durante la fase di volo.

L’atleta potrà effettuare un salto da fermo, o con il classico movimento di spostamento, lasciando poi cadere la palla medica nell’altro campo.

La palla non può essere lanciata, ma va solo fatta cadere. Può capitare che l’atleta a causa della mancanza di forza o dell’altezza della rete non riesca ad eseguire il movimento tecnico d’invasione in modo corretto. In questo caso è consigliabile abbassare la rete o diminuire il peso della palla medica per avere il massimo controllo del corpo durante l’intera esecuzione dell’esercizio.

ESERCIZI AD ALTA DIFFERENZIAZIONE
L’atleta dovrà effettuare il gesto tecnico del muro utilizzando un solo arto. 

esercizio per il muro nella pallavoloL’esercizio ha lo scopo di differenziare l’utilizzo del braccio destro rispetto a quello sinistro. Anche in questo caso l’esercizio può essere fatto nel modo più semplice, cioè definendo precedentemente quale arto utilizzare, o nella versione più difficile dove sarà l’atleta a seconda della tipologia di alzata, di momento d’impatto e velocità dell’alzata (traiettoria)a decidere l’utilizzo di un arto rispetto all’altro.

Tutte e tre le tipologie di esercizio possono subire modifiche a seconda delle carenze tecniche del vostro giocatore.

QUESTO E MOLTO ALTRO…
NEL PROSSIMO WEBINAR CON ALESSANDRO BELTRAMI.

VUOI PARTECIPARE AL
WEBINAR CON UN COACH DI SERIE A
SUL MURO E DIFESA?

Lascia un commento